Pompìa intréa

Sa Pompia, o "Citrus mostruosa", è un agrume dalla buccia spessa, ruvida e deforme. Non se ne conosce l'origine se, o quando venne importata a Siniscola o se si tratta di un ecotipo.
Il frutto, coltivato da antichissima data, può pesare sino a 700 grammi.
"Sa pompia" deve la sua sopravvivenza al fatto che da essa si ricava l'omonimo dolce, che è il più tradizionale della zona, la cui ricetta si è tramandata oralmente nel corso dei secoli. Dolce preparato con un cedro svuotato dalla polpa, immerso nel miele e cucinato a fuoco lento, veniva farcito con mandorle tritate, miste al miele. Questo dolce, oggi in disuso, veniva ornato con trazzea e offerto agli amici o conoscenti, oppure consumato in momenti di intimità familiare.

Produttori: