Pesche

Confucio nelle sue "Prescrizioni" attesta che la fioritura del "Tao", ovvero del Pesco (Prunus Persica Stokes), conosciuta dai cinesi sin dal X secolo a.C., era considerata come simbolo di rinnovamento, di giovinezza e di amore fugace. Il Pesco dalla Cina si diffuse in tutto l'Oriente e nel Mediterraneo, dove i greci e i romani lo propagarono capillarmente. Questa specie è attualmente coltivata in tutta l'Italia e la sua produzione è indirizzata sia al mercato del fresco che all'industria della trasformazione: Pesche in scatola, conserve, gelatine e succhi di frutta. La coltura è diffusa anche in Sardegna, soprattutto nel Campidano di Cagliari: San Sperate, Villacidro. Ma anche in alcune zone della costa orientale: Jerzu, Cardedu, Orosei; le varietà più pregiate sono quelle a maturazione media-tardiva (luglio-settembre), con frutti grossi, polpa gialla, molto succosa e profumata. Una gustosa consuetudine, tutta isolana, è quella di aromatizzare il vino con i pezzi di polpa di Pesca matura.

Produttori:

ORTOFRUTTA 95 S.r.l
loc.Manzoni c.p.20
07029 Tempio Pausania ( OT )
Tel 079/630197 - Fax 079/630918
www.ortofrutta95.com/