Frisjoli longhi

Li frisgioli longhi, sono i tipici dolci del Carnevale Tempiese e Gallurese.

Occorrono pochi ingredienti e sono di facilissima realizzazione. Fino a pochi anni fa venivano impiegati solo farina di grano duro, acqua, sale e un po' di miele.

Impastare la farina sul tavolo o in una terrina versandovi l'acqua calda; aggiungere le uova (se si decide di metterle), sciogliere il lievito in acqua tiepida e mescolarlo all'impasto, versare il latte e lavorare il tutto molto bene sbattendo la pasta con le mani finchè non diventa omogenea ( se nella terrina, fin quando non si stacca dalla stessa).
Lasciare riposare la pasta ottenuta ben coperta con un panno per un ora circa finchè non è ben lievitata. Procurarsi un sacchetto di tela simile a quello usato dai pasticcieri o un imbuto. 


Mettere al fuoco una padella per friggere abbastanza larga con olio possibilmente d' oliva (non essendo più possibile utilizzare l'olio estratto dalle bacche del lentischio detto ociu listincu ) e mentre bolle, versare l'impasto con il sacchetto in centri concentricio a spirale formando delle lunghe frittelle grosse 2/3 cm.
Girarle per cuocere meglio e toglierle con un forchettone quando sono dorate.
Spolverare con dello zucchero o bagnare con del miele liquido. Vanno servite calde e accompagnate con frizzante Moscato di Tempio.
Qualche palato "forte" preferisce l'acquavite (èa aldenti).
Questa è una delle tante ricette conosciute. Esistono diverse varianti.

Produttori: