Civraxiu

Nell' epoca in cui la Sardegna, sotto la dominazione romana, veniva considerata il granaio di Roma, il termine usato per definire la farina era cibaria, radice dalla quale è derivato il nome del pane Civraxu o Civraxiu così denominato nel Campidano. E' un pane voluminoso, di base circolare, con crosta croccante e mollica morbida, che raggiunge il peso di circa un chilo. E' ottimo anche consumato dopo che, disposto a fette in grandi teglie, ha raccolto i sughi delle carni di maialetto o di agnello arrosto. Ma è particolarmente gradito anche quando, preparato a fette imbevute di latte e uovo, viene fritto e cosparso di zucchero o sale.

Produttori: