Ciliegia

Pare lecito ammettere che il Prunus Avium (Ciliegio dolce o Ciliegio di monte) e il Prunus Cerasus (Ciliegio acido) siano specie oriunde di zone comprese fra il Mar Caspio e l'Anatolia. Generalmente le Ciliegie della prima specie vengono consumate fresche, quelle della seconda vengono destinate all'industria per la produzione di marmellate, canditi, sciroppi e bevande alcoliche come il Maraschino, il Kirsch e il Ratafia. Dal punto di vista pomologico, le Ciliegie dolci vengono classificate in "tenerine" per la polpa tenera, e "duroni" per la polpa soda; "amarene", "visciole" e "marasche" quelle acide. In Sardegna la coltivazione del ciliegio si è diffusa nella zona di Bonnanaro, Belvì, Desulo, Lanusei, Burcei e Villacidro, dove oltre alle varietà locali più apprezzate (la Ciliegia comune di Bonnanaro, la Barraccocca, la Turca e la Regina) sono state introdotte nuove cultivar. Non è infrequente con l'arrivo della buona stagione in prossimità della massima arteria stradale sarda, la SS131, veder esposti, su simpatici banchetti approntati dagli stessi produttori, questi gradevoli e irresistibili frutti. Ma la Ciliegia, è anche un frutto dalle benefiche virtù, un alimento energetico ricco di sali minerali e vitamine.

Produttori:

ORTOFRUTTA 95 S.r.l
loc.Manzoni c.p.20
07029 Tempio Pausania ( OT )
Tel 079/630197 - Fax 079/630918
www.ortofrutta95.com/