Biscotto di Fonni

Il biscotto di Fonni si presenta morbido e friabile dalla colorazione  dorata, la forma è simile a quella dei classici “savoiardi”, rispetto ai quali risulta di dimensioni più grandi pesa circa 13 g. Il suo gusto dolcissimo conserva la fragranza del biscotto appena sfornato, il profumo delle uova fresche addolcite con lo zucchero.


Materia Prima: uova, farina e zucchero. Preparazione dell’impasto: si procede con la separazione dei tuorli dagli albumi, questi ultimi vengono montati a neve con lo zucchero, i tuorli vengono invece sbattuti con la frusta elettrica o con lo sbattiuova.


Gli impasti così ottenuti vengono poi miscelati assieme alla farina. Colatura del biscotto: la miscela ricavata viene versata nella colatrice, la quale attraverso particolari siringhe conferisce forma e dimensioni al biscotto. Zuccheratura: può essere eseguita manualmente mediante un setaccio o mediante un zuccheratore elettrico. Cottura: il biscotto viene messo in forno alla temperatura di 2000 C. Confezionamento: finito il ciclo di cottura il prodotto passa alla cosiddetta “camera di raffreddamento” per poi
essere imbustato. 


Attrezzature: settacciatrici elettriche, sgusciauova, sbattiuova, colatrice, zuccheratore, forno elettrico, camera di raffreddamento, imbustatrice, saldatrice. Per il confezionamento vengono impiegati contenitori per alimenti prodotti secondo le norme vigenti. Metodiche omogenee e regole tradizionali da oltre 25 anni La produzione del biscotto fonnese rimanda a una tradizione centenaria. Sicurezza alimentare per il processo e dei materiali di contatto Vengono utilizzati tutti i materiali che possono essere sufficientemente disinfettati e igienizzati secondo le norme vigenti

Produttori: